Print
Category: News
Hits: 380

Sono 46 le città aderenti all’AICC-Associazione Italiana Città delle Ceramiche - che con i loro artigiani e artisti, oggi 25 novembre, nella Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, espongono le loro “Scarpette Rosse in Ceramica” per testimoniare lo sdegno e focalizzare l’attenzione su un dramma quanto mai attuale.

Con la realizzazione di queste opere d’artigianato, le Città Italiane della Ceramica dicono NO alla violenza sulle donne, in un anno in cui la pandemia ha ripiegato la vita in una dimensione privata e domestica, rendendo ancor più rischiosi sommersi abusi e violenze. 

“Le città italiane della ceramica sono depositarie di antichi valori artistici e culturali che fanno comunità ed è importante che da queste realtà parta un messaggio tanto forte e significativo contro un dramma umano e sociale così contrario ad ogni senso e legge d’umanità” dichiara il Presidente di AICC Massimo Isola.

E così da Oristano a Savona, da Caltagirone ad Albissola, da Monreale a Gubbio, un “grido silenzioso” attraversa l’Italia, un filo conduttore che lega i migliori ceramisti nella realizzazione di queste piccole-grandi opere, simbolo di femminilità, evocative di un amore che, se tale, non può mai trasformarsi in violenza.

Erna Frohnwieser