Il fascino intramontabile della crociera continua a far crescere l’economia europea. Con un fatturato che sfiora i 41 miliardi di euro, l’industria dei viaggi in nave si conferma tra i capisaldi dello sviluppo, alimentando un’intera filiera e un vasto indotto.

Dati CLIA Crociere Mercato EuropeoÈ quanto emerge dal report annuale pubblicato dalla Clia-Cruise Lines International Association. Secondo i dati diffusi dalla più autorevole fonte statistica del comparto, infatti, la produzione economica del settore crociere in Europa ha raggiunto, nel 2015, i 40,95 miliardi di euro, in incremento del 2 per cento rispetto all'anno precedente. Le spese dirette generate hanno toccato i 16,89 miliardi, mentre i nuovi posti di lavoro sono stati circa 10mila, portando a 360.571 la cifra totale degli addetti. Tra le principali cifre registrate da Clia Europe, quelle relative alla cantieristica, che ha la sua punta di diamante nell’italiana Fincantieri.

Incessante e ancora in aumento la costruzione di navi innovative e gigantesche. Sono quasi 50 le unità da crociera attualmente nel portafoglio ordini dei cantieri navali europei sino al 2019, per un valore complessivo di circa 27 miliardi di euro. Nel 2015, stando alle rilevazioni Clia, le società hanno speso 4,6 miliardi nei cantieri d’Europa, facendo lievitare i ricavi di questi ultimi dell’1,2 per cento rispetto al 2014. “Il settore continua a dare un contributo significativo alla ripresa economica dell’Europa - ha dichiarato Pierfrancesco Vago, presidente di Clia Europe e executive chairman di Msc Crociere -. L'impatto è chiaro. Più europei stanno scegliendo una vacanza in crociera, e più crocieristi nel mondo stanno scegliendo l'Europa come destinazione. Questo si traduce in grandi benefici economici per l’intero continente, comprese le zone costiere che sono state colpite duramente dalla crisi economica”.

È un appeal che ha radici lontane, quello della crociera, ma che si è trasformato e evoluto rapidamente negli ultimi decenni sino a diventare la tipologia turistica più avanzata in assoluto, sotto ogni punto di vista: dal prodotto nave, sempre più diversificato nell’offerta entertainment e destinazioni, sempre più sofisticato tecnologicamente, alle opportunità tariffarie, soprattutto per il target famiglie. 

L’Europa, sempre secondo Clia, rappresenta il secondo mercato al mondo, con 6,6 milioni di passeggeri andati in vacanza in crociera nel 2015, pari al 3 per cento in più sul 2014.

LangheRoeroMonferrato.net